Duro colpo alla Canapa Legale!

Della Vedova (+ Europa): “Finirà che avremo mercato nero anche per la light”

“Immagino che Salvini si butterà a pesce sul parere del Consiglio Superiore di Sanità e farà chiudere negozi e coltivazioni: finirà che avremo un mercato nero e criminale anche per la cannabis light”.
 
Lo ha detto a Radio Radicale Benedetto Della Vedova, presidente di Forza Europa e promotore nella scorsa legislatura della proposta di legge per la legalizzazione della cannabis.
 
“Mentre il Canada legalizza la marijuana per sottrarre profitti alle mafie e contrastarne l’uso da parte dei minori, temo che la direzione di marcia di questo governo sarà la proibizione, nonostante nella passata legislatura ci sia stata l’adesione quasi totale dei gruppi del M5S alla proposta di legge Cannabis Legale”, ha concluso Della Vedova. 

Mollicone (Fdl): “La lotta a cannabis anche light deve diventare priorità governo”

“Sono soddisfatto che oggi, dopo che FdI aveva già espresso in Aula la sua contrarietà alla legalizzazione della Cannabis, sia arrivato anche il parere del Consiglio di Superiore di Sanità a raccomandarne il divieto di vendita”. Lo ha affermato in una dichiarazione Federico Mollicone, deputato di Fdi.

“Con l’approvazione della legge voluta dalla sinistra, infatti, – ha sottolineato- avevamo perso un’occasione importante di contrastare la cultura dello sballo tutelando la salute dei nostri giovani. Far passare l’idea presso l’opinione pubblica che fumare uno spinello non fa male, è stato un gravissimo errore. Anche i recenti fatti di cronaca, ci dicono infatti che l’utilizzo di sostanze stupefacenti è legato ad episodi di criminalità, anche gravi”.
 
“In Italia – ha concluso il parlamentare Fdi- ci sono circa 400 negozi che vendono la cosiddetta cannabis light, con un giro d’affari stimato in 40 milioni di euro: non si può costruire un business sulla pelle dei nostri figli. La cultura della lotta alla droga deve tornare ad essere una priorità per il governo in questo Paese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *